Post più vecchio Post più recente

Le molestie si mettono a posto con uno schiaffo?

Una ricerca negli Stati Uniti dice che le ragazze subiscono le molestie dei propri compagni senza denunciarle, considerandole un fatto sgradevole, ma normale, perchè ne danno per scontata l'esistenza in un contesto maschilista. 

Qualcuno commenta che non bisogna aver paura di reagire, di fronte ad una molestia a volte è sufficiente uno schiaffo. A margine di studi o fatti di cronaca sulle molestie sessuali, questa è un'affermazione frequente, talvolta accompagnata dalla considerazione che le donne possono o devono sapersi difendere da sole. 

A commento di una serie di denunce anonime riguardanti casi di molestie all'Università di Roma, anni fa, il sociologo Franco Ferrarotti disse che si trattava di una tempesta in un bicchier d'acqua, di una esagerazione«Qualche episodio potra' essere successo e non me ne stupisco perche' questo è un aspetto non positivo dell'università' di massa, come dimostrano i casi di alcune università americane. Ma a Roma credo che non si possa parlare di fatti gravi. Insistere sulle molestie subite sarebbe comunque quasi sprezzante proprio per le studentesse, che sono tutte maggiorenni: non credo che si facciano mettere facilmente le mani addosso e se succede basta uno schiaffo per rimettere le cose a posto»Il già noto Luigi Soriga spiega la denuncia da parte di una donna con la sua fragilità: lei è affetta da disagio psicofisico, stati d’ansia, insonnia, mentre un’altra donna (evidentemente più forte) magari avrebbe liquidato l’episodio con uno schiaffone e una valanga di insulti. Le deputate PD apostrofate con insulti sessisti da un onorevole del M5S sono state rimproverate di aver querelato, mentre invece potevano reagire con un sano vaffanculo.

Una donna forse può risolvere così, con gli insulti, con uno schiaffo, però correndo almeno due rischi: quello di fare male al suo molestatore, passando dalla parte del torto, oppure quello di esporsi ad una reazione ancora più violenta.

L'idea che sia normale, adeguato, proporzionato, sistemare le molestie con un insulto o con uno schiaffo ha un presupposto, che nulla c'entra con la valutazione sulla forza delle donne. Che le molestie siano in sostanza un fatto di maleducazione, un corteggiamento maldestro, e non un reato. A nessuno, infatti, verrebbe in mente di dichiarare sufficiente uno schiaffo per mettere a posto un borseggio, un taccheggio, un parcheggio in divieto di sosta. Comportamenti di lieve o relativa gravità, ma chiaramente riconosciuti come violazioni di legge.

In verità, basta credere sia sufficiente rispondere con uno schiaffo, per banalizzare le molestie e contribuire a rinforzare il contesto maschilista che le legittima.

3 Responses to “Le molestie si mettono a posto con uno schiaffo?”

  1. francamente non vedo perchè una donna che da' un ceffone a uno sconosciuto che le tocca il culo dovrebbe passare dalla parte del torto..è stato lui ad "aggredire" per primo, per me è legittima difesa.
    L'importante è trovare il coraggio di reagire anche con un ceffone, perchè no?

  2. La legittima difesa è un concetto più affine alla cultura americana che alla nostra, e in disuso anche lì... perché credo implichi difendersi in modo identico o equivalente, senza eccedere, cosa quasi impossibile nella pratica.

  3. Il fatto è che lo schiaffo fa parte del copione. Ci sta che ogni tanto gli uomini allunghino le mani, ci sta che le donne reagiscano con uno schiaffo. Come ha scritto un'amica, è lo schiaffo di una donna, quindi di una persona ritenuta fisicamente più debole, vale più come segnale per non sembrare una ragazza "facile", che non come offesa corporale, perciò è socialmente accettato. E' quel "ci sta", quel copione che non funziona.

Leave a Reply

Powered by Blogger.
© 2010 Massimo Lizzi Suffusion theme by Sayontan Sinha. Converted by tmwwtw for LiteThemes.com.