Post più vecchio Post più recente

Razzisti d'Italia

Una donna nera è diventata ministra dell'integrazione. E' stata subito ricoperta di insulti razzisti. Ha proposto la riforma della cittadinanza nel senso dello Ius soli e ha detto che il reato di immigrazione clandestina non dovrebbe esistere. Si sono alzati gli scudi della destra e del M5S, insieme con i richiami alla prudenza di una parte della sinistra. Episodi di cronaca nera con protagoniste persone immigrate sono tornate in primo piano. Complice un delitto efferato compiuto a Milano: Mada Kabobo, ghanese di 31 anni, armato di un piccone, ha ucciso tre persone.

Su Facebook è iniziata a circolare la foto che ritrae affiancati il volto di Cecile Kyenge e quello del «picconatore». Forza Nuova si proclama «unica forza di opposizione contro l'immigrazione» e pubblica manifesti al grido di «l'immigrazione uccide». Mario Borghezio eurodeputato della Lega Nord accusa del delitto «le forze politiche buoniste che vogliono cambiare la legge sulla cittadinanza».

Infine, Beppe Grillo si piazza alla testa di questo corteo mediatico xenofobo con un solo post. Kobobo d'Italia. Il messaggio principale è la faccia sovrastante del «negro», come fosse concepita per coalizzare lombrosiani e razzisti. Poi il titolo che allude a tanti neri come lui, in mezzo ai bianchi come noi. Poi l'elenco di tre delitti, aventi per autore un angolano, un senegalese e il ghanese di cui sopra. 

Domande retoriche sui colpevoli. Nessuno lo è. Due motivi plausibili per le forze dell'ordine (che rischiano la vita nell'arrestare i delinquenti), per la magistratura (che deve sottostare alle leggi). E un motivo implausibile per il parlamento: che ha fatto della sicurezza un voto di scambio elettorale tra destra e sinistra e ha creato le premesse per la nascita del razzismo in Italia. Dunque, al posto della sicurezza abbiamo gli immigrati clandestini (i Kabobo), quindi il razzismo. Alla fine non è neanche colpa di Kabobo. Perchè tanto non sarà punito seriamente. O perchè la responsabilità individuale è degli esseri umani. Se un dobermann aggredisce qualcuno e lo uccide, non ne facciamo una colpa a lui, ma a chi lo ha lasciato incustodito.

La soluzione non è esplicitata, ma soltanto lasciata immaginare: mandare via gli immigrati irregolari. Una soluzione non soltanto ingiusta, perchè corrispondente ad una criminalizzazione indiscriminata, ma assolutamente inapplicabile, come ha già dimostrato l'introduzione del reato di clandestinità. Grillo, mettendosi in competizione con la Lega Nord e con Forza Nuova, inizia a praticare pure lui il peggiore dei voti di scambio. Quello dei partiti xenofobi. Alimenta fobie per ricevere voti. Cosa che ha già cominciato a fare, opponendosi allo Ius soli. Non sarà meno peggio, sarà lo sdoganamento definitivo del razzismo. Pdl e Pd non tarderanno a farci i conti e a farseli tra loro. E' appena alle spalle la stagione dei sindaci sceriffo e delle ordinanze securitarie.

Vedi anche:
Quando la propaganda razzista cavalca una tragedia
La paura dell'uomo nero (Michael Braun)

Leave a Reply

Powered by Blogger.
© 2010 Massimo Lizzi Suffusion theme by Sayontan Sinha. Converted by tmwwtw for LiteThemes.com.