Post più vecchio Post più recente

Kindle e gli ebook reader

Kindle sono tentato di provarlo. Potrei leggere più comodamente qualsiasi documento in pdf, dai giornali ai rapporti dell'Istat. Qualsiasi documento. (Salvo doverli convertire, perchè Kindle - e questo è un inconveniente importante - usa un formato proprietario - azw. Amazon ha un servizio di conversione, che richiede di inviare da una propria email autorizzata il documento da convertire in allegato al proprio indirizzo [nome]@free.kindle.com).

Potrei archiviare in 2 GB di memoria, 1400 libri, quasi l'equivalente della mia attuale libreria, composta ormai anche dal mio tavolo. Potrei acquistare libri in formato digitale risparmiando il 30%. E in futuro spero anche di più. Potrei acquistare libri senza entrare in casa con il sacchetto della libreria, cioè senza essere visto da mia moglie. Potrei portare la mia libreria dappertutto, andare in vacanza senza scegliere quali libri portarmi dietro. Potrei leggere libri voluminosissimi sempre al peso di 170 grammi. Potrei leggere al buio la sera, la notte, senza dover accendere la luce o sistemarmi in prossimità di una lampada. Potrei leggere qualsiasi libro, senza che nessuno possa vedere che libro sto leggendo e a che pagina sono arrivato.

Non esisterebbe più il problema di prestare i libri. Puoi regalarli e tenerteli nello stesso tempo. Il libro è sempre come nuovo. Certo, puoi danneggiare il dispositivo e perdere tutto. Ma basta conservarne copia sul computer, su un qualsiasi hard disk separato, o meglio ancora sul web. Amazon credo conservi la libreria dei libri acquistati.  

Insomma, mi sembra di vederci un bel po' di vantaggi, sia pure con l'indole del visionario o del selvaggio che si entusiasma per gli specchietti.

Controindicazioni? 

Di ogni opera potrebbero esistere alcune copie cartacee. Lo stesso dispositivo cartaceo fa si che si perdano una infinità di dati. Tantissimi libri, tante traduzioni sono irreperibili, perchè non hanno più mercato, perchè passato il tempo dei 45 giorni in libreria, nessuno più li ristampa. Con i dispositivi digitali la ristampa dei libri non sarà più ostacolata da nulla, non dipenderà da previsioni di mercato. Una copia a zero download non causa alcuna perdita. Ma di più: con gli e-book, ciascuno potrà essere editore di se stesso (almeno potenzialmente). Non si dovranno più pubblicare libri a proprie spese, per poter iniziare.

L'indistruttibilità dei dispositivi digitali credo fosse una illusione dei primi tempi. Negli anni '80 ci dicevamo che i cd erano indistruttibili. Puoi anche saltarci sopra e lo riascolti come prima. Basta affidare un cd ad un bambino di due anni e si vede come è indistruttibile. Oggi sappamo che non è così, è consapevolezza diffusa, ed esistono copie di backup di tutto.


Argomenti correlati:

Leave a Reply

Powered by Blogger.
© 2010 Massimo Lizzi Suffusion theme by Sayontan Sinha. Converted by tmwwtw for LiteThemes.com.