Post più vecchio Post più recente

Appunti No Tav /2



Per il Giornale un cretinetti, per Libero se l'è meritata, per il deputato PD Esposito (soprannominato "il disonorevole") uno sfigato, e via cantando per l'Italia meno civile. Per qualcuno, un incosciente, che si mostra esasperato o disperato. E più che probabile che i valsusini siano esasperati o disperati. Forse che hanno un qualche sbocco politico, una qualche interlocuzione? Qualcuno li ascolta? La violenza contro gli altri contro le cose non va bene. La violenza contro se stessi non va bene.Vanno bene solo le passeggiate per avere un trafiletto sul giornale. Per avere in cambio cosa? Il risparmio dei rimproveri genitoriali? Chi lo ha detto che Luca Abbà è stato incosciente? Può avere con coscienza scelto di rischiare la propria incolumità e la propria vita. C'è gente che si da fuoco per protesta. E' incosciente? E tutto ciò non toglie - e dovreste stare al centro di qualsiasi discorso morale - che chi aveva la responsabilità di garantire la sua incolumità non lo ha fatto. Ha fatto il contrario.Un poliziotto lo ha inseguito sul traliccio. Mentre avrebbero dovuto staccare le condutture dell'alta tensione, fermare i lavori, far intervenire i vigili del fuoco.

* * *

I no tav si oppongono agli espropri, non perchè sono contrari all'istituto in sè, ma perchè dissentono dalle motivazioni di pubblica utilità e, persino, di assoluta urgenza. In questo caso, l'interesse dei proprietari dei terreni coincide con l'interesse pubblico. Se i no tav vinceranno la loro causa, sarà perchè le ragioni di pubblica utilità e di assoluta urgenza non esistono, o perchè non si sono usate le procedure corrette, non perchè la proprietà privata è sacra.

* * *

Fosse per le assemblee elettive (cioè per l'inciucio PD-PDL) sarebbero nell'interesse pubblico il nucleare e la privatizzazione dell'acqua. Cosa è l'interesse pubblico lo dovrebbe stabilire un referendum.

* * *

Tutta la TAV in Italia trasporta 300 mila passeggeri al costo di 98 miliardi. I pendolari sono 2 milioni e 600 mila. Al costo di 4 miliardi. Sul solo piano economico, potrei anche essere favorevole alla Tav se se la pagasse chi la usa. 

* * *

La prima ferrovia sostituiva davvero le mulattiere. Era una nuova infrastruttura fatta in un contesto senza infrastrutture. La Tav invece è come l'ultimo modello di cellulare. E' Windows che ti viene venduto per la quindicesima volta.
L'investimento pubblico non esclude la partecipazione di investimenti privati.
Se costa poco - come dicono - se è un grande e fruttuoso investimento, persino indispensabile, per non essere tagliati fuori dall'Europa, come mai i privati non ci mettono una lira? A fronte di tutte le difficoltà della finanza pubblica.

* * *

In Italia abbiamo costruito varie linee Tav negli ultimi vent'anni e possiamo permetterci una prima valutazione, poichè abbiamo visto che sono costate anche fino a sei volte le spese preventivate e che non hanno poi avuto un carico passeggeri sufficienti a giustificare la spesa e a rientrare nei costi.

La ferrovia attuale del Frejus è stata appena rinnovata e ampliata per permettere il trasporto dei cargo. La nuova linea Tav, decisa oltre vent'anni fa, non è stata giustificata con la necessità di un trasporto di dimensioni più grandi, ma con la previsione della saturazione della vecchia linea. Previsione completamente sbagliata, dato che la linea attuale è sfruttata solo per un terzo delle sue capacità e passeggeri e merci sono ulteriormente in calo.
Dati questi risultati e il sopraggiungere della crisi economica, è difficile trovare un argomento razionale per voler insistere a fare un grande buco nella montagna, al costo di decine e decine di miliardi, a fronte di ben altre priorità, persino nel trasporto pubblico, quando vengono tagliate per centinaia di milioni di euro le linee regionali dei pendolari.

* * *

Riguardo le cifre “reali” dei costi, se si va a vedere le linee Tav già esistenti e si metteno a confronto i preventivi con i consuntivi, le cifre esposte nei manifesti notav potranno apparire meno leggendarie.
I lavori di ammodernamento della vecchia linea sono terminati nel 2010. Il tunnel dell’attuale ferrovia è stato rifatto proprio per permettere il transito dei grandi container. La sua sagoma è di 4.08 metri. Quella della nuova Torino Lione sarebbe di 4.20. Un’opera colossale per dodici centimetri di differenza e tredici minuti di anticipo.
Anche il traffico autostradale è in calo. Si è ridotto di un terzo rispetto al 2000. E in genere, le linee Tav in Europa non hanno ridotto il traffico stradale.

* * *

Dicevano (vent'anni fa) che la Tav bisogna farla subito perchè la linea ferroviaria attuale è satura. Stimavano che in cinque anni i passeggeri sarebbero passati da 1,5 milioni a 4,3 milioni milioni. E le merci da 8,5 milioni di tonnellate a 14,3 milioni. Oggi i passeggeri sono 700 mila. Le merci, poco più di 2 milioni di tonnellate. L'esatto contrario di quanto previsto e di quanto motivato per fare l'opera.


Riferimenti:

Leave a Reply

Powered by Blogger.
© 2010 Massimo Lizzi Suffusion theme by Sayontan Sinha. Converted by tmwwtw for LiteThemes.com.