Post più vecchio Post più recente

Padri separati (e contrapposti)

Matrix, Tiberio Timperi, puntata sui padri separati, rilancio dei ritornelli: ex mariti indigenti penalizzati dalle leggi, false accuse di molestie da parte delle ex mogli.

L'accusa di muovere false accuse di violenze (che il Timperi ha definito un "classico") a scopo "estorsivo" nel contenzioso di separazione è in genere sostentuta da parte delle associazioni dei padri separati e dall'arcipelago dei vari gruppi misogini e maschilisti. Però non ricordo di aver mai letto dati e argomenti convincenti a sostegno. Questa è una delle testimonianze che viene fatta valere più spesso a favore della tesi delle false denunce. Su Metaforum, citata qui e qui. Però tutto l'argomento verte sul fatto che un certo numero di denunce viene poi ritirato. Cosa che in verità succede anche al di fuori dei contenziosi di separazione. Tante volte le denunce per violenze domestiche sono ritirate. Ma questo non significa che gli abusi non siano stati commessi. D'altra parte quante sono le corrispondenti querele per calunnia e diffamazione?  Secondo me, solo sulla base di congetture, supposizioni e casi particolari è profondamente sbagliato e ingiusto accreditare l'idea che le accuse di violenza siano tendenzialmente false, o siano in aumento quelle false, a fronte di un fenomeno sommerso di violenza domestica che rimane quasi sempre impunita.

I problemi economici di alcuni padri separati sono dati da condizioni oggettive: 1) i figli vanno mantenuti; 2) c'è la crisi. Non si tratta di colpe delle ex mogli, delle donne, del femminismo, elette a causa di tutti i mali. Se peggiorano le condizioni economiche dell'ex marito, non si modificano in automatico i suoi obblighi di mantenimento, ma in automatico, neppure diminuiscono i bisogni dei figli. Nè aumenta la capacità delle madri di farvi fronte. Anche per i genitori non separati ci sono sfratti, licenziamenti, malattie, aumento dei prezzi, dei mutui. Senza nessun automatico adeguamento del potere d'acquisto o di una riduzione degli obblighi.. Tuttavia, due cose sono sicure: 1) In prevalenza dopo la separazione peggiora la condizione economica delle madri separate, più che quella dei padri; 2) Due terzi dei padri separati non pagano gli alimenti che devono. Il 12,7% delle persone che si rivolgono alla Caritas sono separate o divorziate. Di queste il 66,5% sono donne.


Riferimenti:

Condizioni di vita delle persone separate, divorziate e coniugate dopo un divorzio (Istat).pdf

Leave a Reply

Powered by Blogger.
© 2010 Massimo Lizzi Suffusion theme by Sayontan Sinha. Converted by tmwwtw for LiteThemes.com.