Post più vecchio Post più recente

Perchè Monti non preferisce essere eletto?

Siamo ancora dentro la grande distrazione berlusconiana. Lo si vede da come giudichiamo l'attuale governo e il suo presidente. Non ci importa chi e come lo ha designato. Potrebbe essere stato per nomina regia o per volontà divina. Non ci importa cosa fa. Potrebbe chiudere l'Inps o abolire i sindacati. Una sola cosa conta: che non sia Berlusconi. Non gli si chiede nulla di più o di meno, per essere il nostro presidente. E' un liberista che ci ricatta con gli imperativi dei mercati finanziari e degli investitori stranieri? Pazienza, dato che alla sinistra possiamo ascrivere i gulag, non c'è di che lamentarsi.
Il PD rinuncia ad essere una alternativa al liberismo e la sinistra più coerente è a pezzi. In questo momento si può facilmente prevedere una vittoria di Monti anche nelle urne, populisti permettendo. Ma se è così, perchè evitare di farsi legittimare dal voto, perchè mantenersi questo tallone d'Achille? Tanto più che Monti non è un parlamentarista. Al Parlamento europeo, a chi gli contestava la mancanza di una legittimità democratica, Monti non ha negato. Ha solo detto di non essersi mai voluto candidare, di avere accettato (con piacere) il suo incarico, perchè gli è stato chiesto di assumerlo. Non ha ritenuto di ricordare che l'Italia è una repubblica parlamentare, che eletto dal popolo è il parlamento e che spetta al parlamento scegliere i governi. Non lo ha ricordato, perchè egli stesso, da buon liberista, si riconoscere nella centralità dell'esecutivo. Come che sia il diritto alla previsione, anche facile, non può surrogare il diritto di voto. La sinistra può perdere per governare ma avere abbastanza consenso per tornare in parlamento. In Grecia, la sinistra radicale è data al 43,5%. La Grecia va al voto anticipato.

Leave a Reply

Powered by Blogger.
© 2010 Massimo Lizzi Suffusion theme by Sayontan Sinha. Converted by tmwwtw for LiteThemes.com.