Post più vecchio Post più recente

Sinistra più spendacciona?

Accusa classica da parte conservatrice contro la sinistra, la socialdemocrazia in Europa e i liberals in America, è quella di essere troppo spendaccioni. Di far correre la spesa pubblica facendo crescere le tasse o il debito o entrambi a danno complessivo dell'economia. Accusa che ha finito per persuadere gran parte della stessa sinistra. Così per un trentennio è stata praticata la politica inversa: risanamento dei conti pubblici, taglio della spesa, riduzione delle tasse. Oggi, lo stato complessivo dell'economia occidentale è paragonabile alla Grande Depressione degli anni Trenta. Anch'essa capolinea di un lungo ciclo liberista.

L'egemonia liberista sulla sinistra è stata tale da generare persino inversioni di ruoli, per esempio in Italia dove i governi più spendaccioni sono stati quelli di centrodestra, come ha spiegato Oscar Giannino e come si può leggere in questa scheda di Linkiesta. Lo ammise pure Renato Brunetta: i governi Berlusconi del 2001-2006 hanno aumentato la spesa corrente, ma non la spesa sociale: all'aumento della spesa non è corrisposto un aumento delle prestazioni e della qualità dei servizi. Lo stesso centrosinistra in periodo pre-elettorale ha allargato i cordoni della borsa, vedi Amato nel 2000-2001, nonostante dalla crisi del 1992 sia tra gli interpreti della sinistra rigorista.

Come si comporterebbe la sinistra di ispirazione comunista o alternativa? Nell'immaginario consueto spenderebbe molto di più di liberals e socialdemocratici, mandando definitivamente in bancarotta lo stato. In effetti, ci sono cose per le quali questa sinistra vuole spendere di più: salari, pensioni, sanità, istruzione pubblica. Ma ci sono anche cose per le quali questa sinistra vuole spendere meno: esercito, grandi opere, megastipendi, detassazioni e finanziamenti indiscriminati. E poi lotta all'evasione e alla corruzione. Patrimoniale. Chi lo dice che il saldo alla fine non sarebbe positivo?

Esiste la contromanovra finanziaria di Sbilanciamoci che rispetta il pareggio di bilancio.

Leave a Reply

Powered by Blogger.
© 2010 Massimo Lizzi Suffusion theme by Sayontan Sinha. Converted by tmwwtw for LiteThemes.com.