Post più vecchio Post più recente

Paolo Ferrero a «Servizio Pubblico»



Il segretario del Prc propone di obbligare la Merkel a cambiare politica, mettendo sul piatto la possibilità di non pagare il debito alle banche tedesche interessate a fare shopping in Europa e ad abbassare il costo del lavoro in Italia, in quanto il nostro sistema produttivo è subfornitore del sistema produttivo tedesco. Ferrero perciò dice che la Merkel ci obbliga a fare una politica recessiva. 

Questo suggrava il rapporto debito/pil (che deve essere non più del 60%). Per rispettare quel parametro, contano entrambi i termini del rapporto, quello del debito e quello del pil. Se facciamo una politica che deprime il pil abbiamo in proporzione più debito. E di conseguenza, siamo meno credibili come debitori capaci di assolvere il debito. Di conseguenza ancora, per riuscire a vendere i titoli di stato dobbiamo fare interessi più alti. Più sono alti gli interessi, più è arduo pagare il debito, più dobbiamo indebitarci ulteriormente per riuscirci. E' la spirale in cui finisce per trovarsi un debitore in preda agli usurai. 

Nel video, gli interventi di Ferrero si possono ascoltare a: 00.28, 01.07, 01.35, 01.55, 02.05, 02.51


Leave a Reply

Powered by Blogger.
© 2010 Massimo Lizzi Suffusion theme by Sayontan Sinha. Converted by tmwwtw for LiteThemes.com.