Post più vecchio Post più recente

Parzialità e faziosità



I dizionari online rendono la parzialità come sinonimo di faziosità. Io farei corrispondere le due parole a due concetti diversi. Nello storico, nel giornalista, nel giudice, nel mestiere o nell'attività di chiunque sia chiamato a rappresentare e valutare una situazione, la parzialità è inevitabile, perchè parziali e limitati sono la persona, il punto di vista, i presupposti, i mezzi che presiedono e supportano questo tipo di lavoro. Si tenta una ricostruzione il più possibile obiettiva, ma il risultato non può essere che parziale. La parzialità però può essere anche voluta e perseguita, verità o falsità soltanto opzioni in funzione della rappresentazione desiderata. La storia e la cronaca sono saccheggiate in modo unilaterale dalla politica, senza riceverne nulla in cambio. Questa è la faziosità. Si tenta di strumentalizzare qualsiasi cosa al fine di confezionare un messaggio di parte. Qui sono l'obiettività e la verità ad essere puramente incidentali, effetti collaterali, se e quando ci sono. Il fazioso si nasconde dietro la presunta faziosità di tutti, confondendo faziosità e parzialità. In questo senso, ad esempio, Michele Santoro è parziale, Giuliano Ferrara è fazioso. Va da sé, che si tratta di prevalenze, in quanto c'è sempre un po' di faziosità nel parziale e un po' di parzialità nel fazioso.

Leave a Reply

Powered by Blogger.
© 2010 Massimo Lizzi Suffusion theme by Sayontan Sinha. Converted by tmwwtw for LiteThemes.com.