Post più vecchio Post più recente

Perchè femminicidio

Femminicidio è una parola di origine messicana, vale per ogni classe di età, ed ha significato internazionale. Indica nel delitto un'aggravante di tipo razzista. Non è il caso di una donna uccisa da un rapinatore, è l'uccisione di una donna in quanto donna, perchè vuole sottrarsi al dominio e al possesso di un uomo. In alcune statistiche si conteggiano tra i femminicidi anche le uccisioni di uomini (in genere figli) uccisi nel tentativo di difendere la donna. Esiste un blog dedicato al femminicidio, curato da Barbara Spinelli: http://femminicidio.blogspot.it/
Può non piacere. Anche alcune donne e femministe lo hanno detto: Isabella Bossi Fedrigotti (vs Luisa Betti e la già citata Barbara Spinelli), perchè il termine sarebbe svilente (sinceramente non ne capisco il motivo). Però tutte queste critiche finiscono poi per rimuovere l'esigenza di identificare a scopo aggravante un fenomeno violento specifico (l'uccisione di una donna che si sottrae al dominio di un uomo) dandogli un nome universalmente valido.

(...) Donnicidio anzichè femminicidio? Non so, forse potrebbe andare bene anche questo termine.
Comunque, la genesi del termine in questione risale alla sociologa sudamericana Marcela Lagarve, che come ricorda Barbara Spinelli in un'intervista a Olivia Ferilli "ha coniato questa distinzione tra "femicidio", con cui si intende l'omicidio di donne e "femminicidio", che invece è utilizzato in un'accezione più ampia e sottintende tutte quelle violenze, sia fisiche che psicologiche, rivolte contro la donna e volte al suo annientamento, inteso, appunto, sia come annientamento psichico o morale sia come annientamento fisico."
E questo annientamento o annichilimento è riservato anche alle bambine, non sole alle donne adulte.Al di là comunque di questioni semantico-formali (pur interessanti) rimane il fatto, sostanziale, di un complesso di atti di incredibile gravità rivolto contro la donna.Tutto ciò produce ogni anno, nel mondo, a centinaia di stupri, violenze fisiche, psicologiche, ferimenti, ricatti e... morte. (...)
http://riccardo-uccheddu.blogspot.

Leave a Reply

Powered by Blogger.
© 2010 Massimo Lizzi Suffusion theme by Sayontan Sinha. Converted by tmwwtw for LiteThemes.com.