Post più vecchio Post più recente

Mangiare animali

La condizione di un carnivoro è moralmente sostenibile? Almeno per me stesso, non saprei sostenerla. Finora ho accettato e convissuto con questa parte immorale di me (e magari non solo con questa). Cavandomela con l'idea che tra il mangiare carne e il diventare vegetariani ci sia in mezzo tutta la questione dell'allevamento industriale intensivo le cui modalità alla fine, oltre ad essere causa di indicibili sofferenze per gli animali, sono anche un danno per la salute dei consumatori. Siamo civili, non possiamo consolarci con le leggi di natura, con il fatto che il leone mangia l'antilope. E tuttavia, siamo ben oltre il leone che mangia l'antilope.


Abbiamo il diritto di mangiare gli animali? Immagini che un giorno gli alieni invadano il nostro pianeta. Esseri simili a quelli del film hollywoodiano Independence Day. Sono incredibilmente intelligenti e di gran lunga superiori all’uomo. Poiché non si ha sempre a disposizione un presidente statunitense pronto a guardare in faccia la morte a bordo di un cacciabombardiere, e visto che questa volta non si trova nessun genio sconosciuto capace di paralizzare i computer extraterrestri con i virus della Terra, gli alieni fanno presto a sconfiggere e a catturare gli uomini. Inizia un regime di terrore inimmaginabile. Gli extraterrestri usano gli uomini per esperimenti medici, con la loro pelle fanno scarpe, sedili per macchine, lampadari, utilizzano i loro capelli, le loro ossa e i loro denti. Per di più mangiano gli esseri umani e sono particolarmente ghiotti di bambini e neonati. Li preferiscono perchè sono morbidi e la loro carne è tenerissima. Mentre tirano fuori un uomo dal carcere per effettuare dei test, questi gli urla in faccia: «Come osate fare qualcosa del genere? Non vedete che abbiamo sentimenti e che ci fate male? Come potete prendere i nostri figli per ucciderli e mangiarli? Non vi rendete conto di quanto soffriamo? Non vi vergognate di essere così barbari e crudeli? Non conoscete alcuna compassione, non avete nessuna morale?» Gli extraterrestri annuiscono. «Si certo», dice uno di loro «può darsi che siamo un tantino crudeli. Ma vedete», prosegue, «siamo superiori a voi, e più ragionevoli. Sappiamo fare un sacco di cose che voi non sapete fare. Siamo una specie di gran lunga superiore, un’entità che si colloca a un livello completamente diverso. Ecco perchè possiamo trattarvi come ci pare. Paragonata alla nostra, la vostra vita non vale quasi nulla. E poi - anche se il nostro comportamento non fosse del tutto corretto - una cosa è sicura: la vostra carne è buonissima!» (Richard David Precht, 2009, pag.11)

Leave a Reply

Powered by Blogger.
© 2010 Massimo Lizzi Suffusion theme by Sayontan Sinha. Converted by tmwwtw for LiteThemes.com.