Post più vecchio Post più recente

Cosa c'entra l'articolo 18?



Chissà perchè se si permette di licenziare illegittimamente gli adulti, si tutelano meglio i giovani.

Favorisce la crescita? Ma cresci sei fai dei prodotti buoni, se hai un processo di qualità, se sai innovare. Non se sei più libero di far fuori i delegati sindacali o i lavoratori che scioperano o esercitano i propri diritti.

L'articolo 18 non impedisce i licenziamenti collettivi per le ristrutturazioni aziendali, nè i licenziamenti individuali per inadempienze contrattuali, impedisce che si licenzi un lavoratore perchè è un ladro, quando invece non è vero che ha rubato. 

Senza l'articolo 18 ci sarebbero licenziamenti mirati contro persone scomode, perchè sindacalisti, gay, ebrei, qualsiasi cosa non abbia a che fare con l'adempimento del contratto e le esigenze produttive e organizzative dell'azienda. Pochi o tanti, sarebbero  licenziamenti illegittimi e ingiusti. Il voler concedere agli imprenditori la libertà di attuare licenziamenti di questo tipo non non ha nessuna giustificazione economica. 

Si usa una disparità per predicare un riequilibrio al ribasso. Non è vero che l'art. 18 tollera licenziamenti di questo tipo nella maggior parte delle aziende. Esiste proprio per impedirli. Ma nelle aziende con meno di 15 dipendenti non è in vigore. Si è fatto un referendum nel 2003 per estenderlo a tutte le aziende. Chi ha votato no o si è astenuto per farlo fallire, ha agito lui perchè licenziamenti di questo tipo continuassero ad essere possibili nelle piccole imprese.

Leave a Reply

Powered by Blogger.
© 2010 Massimo Lizzi Suffusion theme by Sayontan Sinha. Converted by tmwwtw for LiteThemes.com.