Post più vecchio Post più recente

I deputati francesi approvano la penalizzazione dei clienti



di Maria Rossi


I deputati e le deputate dell'Assemblea Nazionale francese hanno approvato, con 268 voti contro 138, la proposta di legge sostenuta dal governo che condanna il cliente al pagamento di una contravvenzione dell'importo di 1500 euro, raddoppiata in caso di recidiva. L'acquisto di atti sessuali viene infatti considerato una violenza.

Come sanzione complementare è prevista la frequentazione da parte dei clienti di uno stage di sensibilizzazione sulle condizioni effettive di esercizio della prostituzione.

Il testo abroga il reato di adescamento introdotto nel 2003, che criminalizzava le persone prostituite.

Viene costituito un fondo per la prevenzione della prostituzione e per il sostegno sociale e professionale delle persone prostituite, alimentato dallo Stato,dalle ammende inflitte ai clientie dai proventi delle reti dei trafficanti e dei prosseneti individuate e smantellate.

Alle persone che ne faranno richiesta presso associazioni accreditate sarà proposto un percorso di uscita dalla prostituzione che contemplerà l'esenzione totale o parziale dal pagamento dell'imposta, la dotazione di un alloggio ecc. Il budget sarà elevato dai 10 attuali ai 20 milioni di euro all'anno.

Alle migranti impegnate nel percorso di uscita dalla prostituzione sarà rilasciato un permesso di soggiorno provvisorio di 6 mesi. Finora ne avevano diritto soltanto coloro che denunciavano il proprio prosseneta. Queste migranti fruiranno di un reddito temporaneo di 336 euro al mese.

Prima di entrare in vigore, il testo dovrà tuttavia passare al vaglio del Senato che dovrà esaminarlo entro giugno.

Queste sono le misure principali previste dalla legge votata soprattutto dai deputati e dalle deputate socialiste e del Fronte di sinistra che include il partito di sinistra e quello comunista . Non vi è perfetta corrispondenza con quanto richiesto dalle associazioni abolizioniste, ma si è compiuto un primo passo importante verso la considerazione dei clienti come responsabili dei propri atti e del mantenimento del sistema prostituente che, come rivelano molte sopravvissute, è intessuto di violenza.

Leave a Reply

Powered by Blogger.
© 2010 Massimo Lizzi Suffusion theme by Sayontan Sinha. Converted by tmwwtw for LiteThemes.com.