Post più vecchio Post più recente

Moralista è il maschilismo



Mentre il «femminismo moralista» esiste solo come proiezione ad uso e consumo di un surreale attivismo libertario, il moralismo, quello vero, agisce per voce e tastiera dei soliti maschilisti. Quelli che, appena vedono una ragazza con scoperto qualche centimetro in più di pelle, si sentono subito autorizzati ad apostrofarla come «puttana», in modo diretto o in tante varianti allusive, a seconda della loro greve creatività. 

In questi giorni, la tanto discussa foto di Paola Bacchiddu è stata presa a pretesto da molti maschietti, e pure da qualche donna, per dare sfogo alle proprie pulsioni misogine. Tra questi, il più noto è stato forse l'onorevole (si fa per dire) Mario Adinolfi, che nella sua meschina ignoranza ha confuso un reato con una battuta.

2 Responses to “Moralista è il maschilismo”

  1. " Mentre il «femminismo moralista» esiste solo come proiezione ad uso e consumo di un surreale attivismo libertario "
    Certo è impressionante che io militante antifemminista possa trovarmi d'accordo con un femministo che vede il mondo diviso tra donne da una parte(come tali tutte buone e innocenti) e "maschietti" dall' altra(come tali, tutti cattivi e porci, tranne lui e i maschi pentiti come lui ovviamente). Pur partendo da due versanti opposti, convergiamo su questo punto.Ormai mi sento isolato in ambito "antifemminista"(che antifemminista non è , ma criptofemminista): tutti convinti che il femminismo sia un qualcosa di "sessuofobo" e "di moralista" e che come tale vorrebbe che le donne si coprissero con il burqa e che non facessero sesso(se non con altre donne). Addirittura questo lo pensa anche una femminista stessa("Eretica"/Fikasicula"). Ahi, ahi, non hanno capito nulla di femminismo, questi! Se avessero capito cosa è veramente il femminismo non sarebbero caduti dalle nuvole gridando alla "contraddizione" e all' "incoerenza" in merito alla questione della femminista Bacchidu(o come diavolo si chiama). Il femminismo è anarchia sessuale femminile,libertà incontrollata(solo per le donne) sessuale senza vincoli etici di sorta, quindi il culo esibizionista della Bachiddu si concilia bene con il femminismo.
    Bravo Lizzi, perchè tu confermi agli scettici e a coloro che non hanno capito nulla di femminismo, cosa è veramente il femminismo. Continua così.

  2. Perchè «femministo»? All'opposto sarei «maschilisto»? Dato che sono maschio, invece che «comunista», sarei «comunisto»?

    No, la divisione del mondo non riguarda la diseguaglianza della bontà, ma la diseguaglianza dei poteri, delle risorse, dei diritti e delle opportunità. Gli uomini non sono cattivi (tranne me), sono privilegiati (compreso me).

    Eretica è un'antifemminista o una post-femminista. Che poi è quasi lo stesso.

    Ignoro cosa sia l'anarchia sessuale. Io voglio fare sesso quando ne ho voglia, con chi mi piace, se sono corrisposto. Riconosco agli altri, uomini e donne, lo stesso diritto di volontà. Unico vincolo è il desiderio e il rispetto dell'altro. Anche l'impegno è un vincolo. Se si è impegnati, occorre chiarire al proprio partner quale tipo di rapporto si desidera, se eclusivo o aperto.

    L'esibizionismo della Bacchiddu, associato alla sua didascalia, non si concilia bene con il femminismo, perchè evoca il tradizionalissimo scambio tra il sesso (inteso come servizio di competenza femminile) e una qualsiasi altra risorsa diversa dal piacere (inteso come potere di competenza maschile).

Leave a Reply

Powered by Blogger.
© 2010 Massimo Lizzi Suffusion theme by Sayontan Sinha. Converted by tmwwtw for LiteThemes.com.